Questo è un Forum politicamente schierato nelle Radici Cristiane e nella Destra Radicale Italiana.
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividi | 
 

 Fuori dal coro

Andare in basso 
AutoreMessaggio
wolfsangel
Figli del Forum
Figli del Forum
avatar

Numero di messaggi : 249
Localizzazione : Europa
Umore : Sempre agguerrito.
Data d'iscrizione : 08.11.07

MessaggioTitolo: Fuori dal coro   Dom Nov 11, 2007 12:06 pm

Fuori dal coro

E’ un’Italietta strana la nostra, un’Italietta che dimentica, omette, trasforma, annulla, riforma: l’Italietta degli italianetti. Questa volta è il turno di Enzo Biagi, scrittore e giornalista celebrato, riverito, incensato e declamato con cui tutti fanno a gara per ricordare esordi, dettagli, aneddoti e sentenze: addirittura - lo ha fatto il Corriere della Sera - a raccontare dei suoi esordi nel giornalino scolastico all’età di 17 anni, quando già si faceva notare. E poi la carriera, lunga ed ineccepibile, nonché la fila di quelli che “era uno di noi, uno come noi” e avanti così. Dovunque, ovunque chiunque. Ma nessuno, proprio nessuno, nemmeno un cronista di giornale sportivo a ricordare – in questa surreale gara al dettaglio più esclusivo – che Biagi fu durante la Repubblica Sociale Italiana giornalista nel settimanale fascista, anzi fascistissimo, “L’Assalto”. E nessuno a ricordare, per esempio, che il 20 gennaio 1944 il giovane giornalista professionista Biagi Rag. Enzo percepiva la somma di tremila lire elargita dal Ministero della Cultura Popolare della R.S.I. per “giornalisti professionisti dissestati in occasione di incursione aeree nemiche”. E cosa scriveva il ragionier Biagi di così particolare su “L’Assalto”? Lo spiega lo storico Roberto Gremmo che, tra gli altri, tempo fa riportò la documentazione che confermava l’adesione di Biagi al periodico fascista: “Scritti senza storia, ma ben integrati e funzionali al clima di conformismo in camicia nera dell’epoca. Ovviamente, ben accetti da tutti, anche dai giovani in carriera che magari adesso vorrebbero dare lezione a tutti”. Ciò che però in tutta questa mutila vicenda fa specie è ad ogni modo il fatto che nessuno ricordi questo dettaglio, mentre di infiniti altri son piene le pagine della carta da pesce. Perché? Già perché? A ben vedere ci potrebbero stare mille e una giustificazione - Dario Fo e soci potrebbero scriverci un volume su questo argomento -, ciononostante nessuno ma proprio nessuno ha avuto il gusto di ricordarlo. Dai, alla fine in quegli anni o eri conforme al sistema o te la passavi male, o cantavi nel coro o per la carriera nessuno sbocco: sia pur con le dovute differenze in effetti un po’ come oggi, a ben vedere.
(fonte: Lodovico Ellena)
http://cblog.thule-italia.org/
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
FORZANOVISTA
Duce
Duce
avatar

Numero di messaggi : 528
Localizzazione : Salento
Umore : NERO
Data d'iscrizione : 04.11.07

MessaggioTitolo: Re: Fuori dal coro   Dom Nov 11, 2007 4:01 pm

Ma tanto non se ne fregano niente i mass media... A loro basta trasmettere i reality, le veline e nascondere tutte le cose scomode che possano esistere su questi argomenti... Che delusione!!! Sad

_________________
Scendiamo in campo contro le Democrazie Plutocratiche e Reazionarie dell' Occidente.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.forzanuovalecce.org
 
Fuori dal coro
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» COLLAUDATA ma tsh un po' alto
» ho due miomi!!!
» Medicinali in frigo
» AMH basso ma FSH nella norma
» CHE VUOTO DENTRO E FUORI

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Massimo Morsello :: Politica e Società :: Attualità politiche-
Vai verso: