Questo è un Forum politicamente schierato nelle Radici Cristiane e nella Destra Radicale Italiana.
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividi | 
 

 Fascismo e Religione

Andare in basso 
AutoreMessaggio
FORZANOVISTA
Duce
Duce
avatar

Numero di messaggi : 528
Localizzazione : Salento
Umore : NERO
Data d'iscrizione : 04.11.07

MessaggioTitolo: Fascismo e Religione   Gio Gen 10, 2008 9:17 pm

“La vita perciò quale la concepisce il fascista è seria, austera, religiosa: tutta librata in un mondo
sorretto dalle forze morali e responsabili dello spirito.”
Dottrina del Fascismo
“Lo Stato fascista non rimane indifferente di fronte al fatto religioso in genere e a quella
particolare religione positiva che è il cattolicismo italiano. Lo Stato non ha una teologia, ma ha
una morale. Nello Stato fascista la religione viene considerata come una delle manifestazioni più
profonde dello spirito; non viene, quindi, soltanto rispettata, ma difesa e protetta. Lo stato
fascista non crea un suo «Dio» così come volle fare a un certo momento, nei delirii estremi della
Convenzione, Robespierre; né cerca vanamente di cancellarlo dagli animi come fa il bolscevismo; il
fascismo rispetta il Dio degli asceti, dei santi, degli eroi e anche il Dio così come visto e pregato dal
cuore ingenuo e primitivo del popolo.”
Dottrina del Fascismo
"Gesù Cristo si vede a Betlemme, si conosce a Nazareth, si ammira sul Tabor, è creduto sul
Golgota, si ama attraverso il Vangelo. E' l'unico vero rivoluzionario, che della sua croce fece leva e
bandiera per sollevare il mondo agli splendori della fede divina. Io lo vedo come l'asse della storia,
e i secoli fluirgli intorno. Gli uomini si appoggiano alla Croce, e guardano i Suoi occhi che
rischiarano le vie dell'eternità."
Benito Mussolini
"Nato Cattolico Apostolico Romano, tale intendo morire."
Benito Mussolini, Testamento del Maggio 1943
“La Religione Cattolica è la Religione di Stato”
Concordato, 11 Febbraio 1929
“La religione della Repubblica è la Cattolica Apostolica Romana. Ogni altro culto che non contrasti
le leggi è rispettato.”
VI Punto del Manifesto di Verona.
“Roma è il nome che riempie tutta la storia per venti secoli. Roma dà il segnale della civiltà
universale; Roma che traccia strade, segna confini e che dà al mondo le leggi eterne dell’immutabile
suo Diritto. Ma se questo è stato il compito universale di Roma nell’antichità, ecco che dobbiamo
assolvere ancora un altro compito universale. Questo destino non può diventare universale se non si
trapianta nel terreno di Roma. Attraverso il cristianesimo, Roma trova la sua forma e trova il
modo di reggersi nel mondo. Ecco Roma che ritorna ancora una volta centro dell’impero
universale che parla la sua lingua.”
Benito Mussolini - 1920 – Trieste, discorso al Politeama Rossetti
“Il Fascismo non predica e non pratica l’anticlericalismo. Il Fascismo, anche per questo si può
dire, non è legato alla massoneria. Per me la massoneria p un enorme paravento dietro al quale vi
sono piccole cose e piccoli uomini.”
Benito Mussolini - 21 Giugno 1921 – Primo discorso parlamentare
“Se è vero che la materia è rimasta per un secolo sugli altari, oggi è lo spirito che ne prende il posto.
Tutte le creazioni dello spirito, a cominciare da quelle religiose, vengono al primo piano, mentre
nessuno osa più attardarsi a quelle posizioni di anticlericalismo che fu per molti decenni nel mondo
occidentale, l’occupazione preferita della democrazia. Quando si dice che Dio ritorna, s’intende
affermare che i valori dello spirito ritornano.”
Benito Mussolini - 25 Febbraio 1922 – “Da dove parte il mondo?” (Gerarchia)
“Alla virtù educatrice del servizio militare, che infonde nei nostri giovani l’idea del più austero
dovere e del più arduo sacrificio, ben si congiunge l’efficacia dei principi di quella religione che
del dovere e del sacrificio ha dato all’umanità la nozione più alta.”
Benito Mussolini - Gennaio 1926 – Al Senato Proposta di legge per l’assistenza religiosa alle
Forze Armate
“Chi è quel barbaro che può negare il carattere sacro di Roma?
Roma è sacra perché fu capitale dell’Impero e ci ha lasciato le norme del suo Diritto e le sue
reliquie venerabili e memorabili che ancora ci commuovono quando balzano ad ogni momento dalla
terra appena frugata. Ma poi è sacra ancora perché è stata la culla del cattolicismo. Tutti i poeti
di tutti i tempi ed uomini di tutti i popoli hanno riconosciuto il carattere sacro di Roma!
Qualche volta è motivo di riflessione e di orgoglio pensare che in questo piccolo territorio, tra sette
colli di un fiume, si è svolta tanta parte della storia del mondo!”
Benito Mussolini - 1929 – Accordi del Laterano
“La pace fra il Quirinale e il Vaticano è un evento di portata suprema, non solo in Italia, ma nel
mondo. Abbiamo riconosciuto lealmente la sovranità della S. Sente non solo perché esisteva di
fatto, non solo per la quasi irrilevante esiguità del terreno (esiguità che non toglie nulla alla sua
grandezza d’altra natura), ma per la convinzione che il Sommo Capo di una religione universale
non può essere suddito di alcun Stato, pena il declino della cattolicità che significa universalità.”
Benito Mussolini - 10 Marzo 1929 – Iª Assemblea Quinquennale
“Il Fascismo rispetta la Religione, non è ateo, non è anticristiano, non è anticattolico. L’opera
violenta di anticlericalismo e di cristianizzazione tentata negli ultimi anni prima della guerra dal
socialismo aveva ferito molte anime. La guerra ha rialzato i valori religiosi. Un movimento come
quello fascista rispetta la religione ed impone alle sue stesse manifestazioni un carattere di
religiosità.”
Benito Mussolini - 25 Maggio 1932 – “Il Fascismo e i rurali” (Gerarchia)
“A Roma tra quei sette colli così alti di storia, si è operato uno dei più grandi prodigi spirituali che
la storia ricordi, cioè si è tramutata una religione orientale, da noi non compresa, in una religione
universale che ha ripreso sotto altra forma quell’impero che le legioni consolari di Roma avevano
spinto fino all’estremo confine della terra.”
Benito Mussolini - 1932 – Discorso di Udine
“L’uomo economico non esiste: esiste l’uomo integrale che è politico, che è economico, che è
religioso, che è santo, che è guerriero.”
Benito Mussolini - 14 Novembre 1934

_________________
Scendiamo in campo contro le Democrazie Plutocratiche e Reazionarie dell' Occidente.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.forzanuovalecce.org
 
Fascismo e Religione
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Tante paure, qualche emozione ed ora pure la religione
» Pma e religione....
» religione all'asilo
» Eterologa e Religione
» Religione all'esame di III media

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Massimo Morsello :: Storia e Controstoria :: Religione e Politica-
Vai verso: