Questo è un Forum politicamente schierato nelle Radici Cristiane e nella Destra Radicale Italiana.
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividi | 
 

 TURCHIA: ONDATA DI SDEGNO PER CRISTIANI MARTORIATI

Andare in basso 
AutoreMessaggio
FORZANOVISTA
Duce
Duce
avatar

Numero di messaggi : 528
Localizzazione : Salento
Umore : NERO
Data d'iscrizione : 04.11.07

MessaggioTitolo: TURCHIA: ONDATA DI SDEGNO PER CRISTIANI MARTORIATI   Mar Gen 01, 2008 5:06 pm

ANKARA - L'orrore e lo sdegno hanno toccato l'acme oggi in Turchia, come nel mondo, dopo che si è appreso come i tre cristiani uccisi mercoledì a Malatya siano stati torturati per tre ore e orrendamente straziati, anche nelle parti più intime, con centinaia di coltellate prima di essere sgozzati.

Le reazioni internazionali e interne sono state tali, che molti commentatori hanno interpretato come legata alla necessità di allentare le tensioni la dichiarazione del premier turco Tayyip Erdogan, il quale ha dichiarato oggi che per la presidenza della repubblica "sta preparando una decisione straordinaria a sorpresa", lasciando intendere che rinuncerà a una autocandidatura o a una candidatura di un altro dirigente del partito al potere Akp, causa di molte tensioni in Turchia.

L'intento distensivo del premier turco ha trovato subito un riscontro sui mercati finanziari, che hanno fatto registrare un nuovo record in Borsa confermando la loro propensione per un passo indietro del premier e del suo partito.

La polizia turca - sotto accusa, sia per essere arrivata sul posto con circa tre ore di ritardo che per avere trascurato le minacce precedenti del gruppo di assassini islamo-nazionalisti contro i 'missionari infedeli' - ha fermato (questa volta a Istanbul) una 11/ma persona nel quadro delle indagini e ha annunciato che altre sei persone vengono attivamente ricercate.

"Lo abbiamo fatto per salvare la nostra religione e la nostra patria" - hanno detto i 5 giovani assassini.
I due massimi rappresentanti delle chiese protestanti in Turchia, i pastori turchi, Bedri Peker e Ihsan Ozbek hanno denunciato con forza che in Turchia è in corso una "caccia medioevale alle streghe" contro i missionari cristiani accusati troppo spesso di voler "distruggere la religione musulmana e dividere la nazione turca" e di cui spesso sono protagonisti anche i mass media, i partiti e le stesse istituzioni turchericordando, tra l'altro, l'omicidio del sacerdote cattolico italiano, don Andrea Santoro e quello del giornalista turco armeno Hrant Dink.

Anche il giornale Radikal ha scritto oggi che, benché in Turchia ci siano un totale di soli 50 missionari cristiani e i convertiti non superino i 10.000, molti considerano le loro attività alla stregua di un reato di tradimento. Secondo il giornale, anche il Consiglio di sicurezza nazionale dove siedono le massime autorità civili e militari "considera i missionari come una minaccia". Persino l'attuale ministro per gli affari religiosi, Mehmet Aydin, dichiarò tempo fa in Parlamento che "i missionari dividono la nazione turca".

"Vi sono due turchie divise da una diversa mentalità. Da una parte c'é la Turchia moderna e civile, ma minoritaria. Dall'altro c'é una Turchia tribale, che sembra molto dura a modernizzarsi e che normalmente resta nascosta ai media. Quando essa esce allo scoperto con la sua brutalità crea sdegno e orrore anche tra i turchi moderni" - ha affermato un commentatore turco. La Malfa, fiduciari dei Lazard) e mai riuscito in Italia.
Ostinatamente, il popolo non si divideva nei due partiti angloidi prescritti, ma nelle «due chiese» italiote, PCI e DC.
Ora, nell’esaustione generale non solo delle ideologie, ma delle idee, è anche possibile che l’esperimento sempre fallito riesca.
Il senso e lo scopo del bipartitismo perfetto è evidente: costruire due comitati d’affari, due simboli vuoti, che dicono in fondo la stessa cosa, intercambiabili al governo perché non disturbano il business.
Nella situazione italiana, ciò significa che i due comitato d’affari saranno agli ordini di Montezemolo, due facce della stessa Confindustria assistita.
E’ la grande, aperta congiura contro i contribuenti e perfino contro il mercato: in Berlusconi, in fondo, i comunisti in mutazione hanno applaudito anche il salvatore di Telecom, ossia quello che manterrà Telecom in mani «italiane».
Le mani più inefficienti nello sviluppare le telecomunicazioni rapide, ma abili nel mungere la mammella di questo genere di «imprese».

In USA e Gran Bretagna, il bipartitismo serve le multinazionali e l’ideologia liberista assoluta alla Adam Smith; qui difenderà il dominio occulto dei poteri occupanti lo Stato e il torbido quadro che consente le tangenti e lo spoliazione fiscale.
E la cosa più ridicola è che l’Italia sta per adottare un modello che in USA e a Londra è al capolinea, proprio mentre là nascono idee diverse e reattive contro i disastri del liberismo alla Adam Smith, e che monta la rabbia popolare contro i due comitati d’affari, e torna la voglia di controllarli dal basso, perché rispondano al popolo e non alle aziende.
Noi adottiamo un modello finito, e per di più lo adottiamo in modo finto.
Come selvaggi, ci mettiamo la sveglia al collo, il segno di una tecnocrazia che nemmeno capiamo fino in fondo.
Ovviamente il partito democratico non nasce da un’esigenza del suo popolo, l’elettorato di sinistra
è anzi massicciamente ostile e perplesso; nasce per un ordine venuto dall’alto e da fuori, dalla finanza massonica globale.
I suoi rappresentanti in Italia sono tutti al posto giusto, da Giuliano Amato a Napolitano, per non dire di Ciampi e Draghi.
Fossili viventi del partito d’Azione e fiduciari di Goldman Sachs, pronti a dare un partito che abbia come testa di legno Prodi, dipendente di Goldman Sachs.
La «democrazia» in Italia non ha mai avuto radici solide e autoctone (noi tendiamo storicamente a qualche forma di governo dirigista, paternalista e carismatico), e da decenni è degenerata, non solo da noi ma in Europa, in burocratismo e lobbysmo, in «amministrazione» e gestione.
Ora, si prospetta una falsificazione ancora più estrema della «democrazia», le due coalizioni massoniche che non rispondono al popolo, ma alle lobby più influenti.
Non più una proposta alla popolazione, due o tre o dieci visioni di sviluppo diverse per il Paese.
Mai più.
La «democrazia» ha licenziato il popolo, e si costituisce in comitato d’affari gemello.
E’ l’estrema falsificazione della politica, e Mastella è l’ultimo che possa lamentarsene, lui che ha creato un partitino - lobby, senza un progetto per il Paese ma con il solo scopo della corruzione e del clientelismo.
Questa è la finale separazione dei politici di mestiere dalla cittadinanza.

Cittadinanza?
Non più: contribuenti amministrati che si lasciano tosare.
Per Montezemolo, per Goldman, per le veline e le autoblù al servizio della nomenklatura più incapace e costosa, e la borghesia compradora più meschina d’Europa che - per di più - si legittimano come «democratica».
Chi si opporrà, sarà fuori dalla «democrazia».

_________________
Scendiamo in campo contro le Democrazie Plutocratiche e Reazionarie dell' Occidente.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.forzanuovalecce.org
 
TURCHIA: ONDATA DI SDEGNO PER CRISTIANI MARTORIATI
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La Turchia

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Massimo Morsello :: Politica e Società :: Attualità Cattoliche-
Vai verso: