Questo è un Forum politicamente schierato nelle Radici Cristiane e nella Destra Radicale Italiana.
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividi | 
 

 "Sposerò in chiesa il trans" La Curia diffida il p

Andare in basso 
AutoreMessaggio
FORZANOVISTA
Duce
Duce
avatar

Numero di messaggi : 528
Localizzazione : Salento
Umore : NERO
Data d'iscrizione : 04.11.07

MessaggioTitolo: "Sposerò in chiesa il trans" La Curia diffida il p   Lun Dic 10, 2007 6:04 pm

FIRENZE, 10 dicembre 2007 - "NON VOGLIO continuare a vivere accomunata alle transgender come Vladimir Luxuria. Sono donna da trent’anni, sono cattolica e voglio sposarmi in chiesa per continuare il cammino nella fede insieme a mio marito. Sono madrina di battesimo di una bambina, faccio la comunione e se anche domani il Papa mi scomunicasse, continuerei a credere in Dio".

Sandra Alvino, 63 anni, abita da tempo nel quartiere fiorentino delle Piagge, zona di frontiera della periferia ovest. Per chi la conosce solo di vista è una donna come tante, se non fosse che quella signora dal carattere piuttosto deciso è nata, come dice lei, in un corpo sbagliato. Dopo trent’anni di sofferenze, violenze, discriminazioni e arresti per mascheramento, ha deciso di diventare donna a tutti gli effetti.



NELL’83 SI È SPOSATA civilmente con Fortunato Talotta, 62 anni, e oggi, dopo avere conosciuto don Alessandro Santoro, un giovane sacerdote di origini livornesi che svolge la sua missione pastorale in mezzo ai casermoni del quartiere, prendendo spesso posizioni ai limiti del contrasto con la Curia, ha deciso di sposarsi in chiesa. Un cammino che ieri mattina, nella messa domenicale, è stato annunciato alla comunità di base delle Piagge.

L’altro ieri don Alessandro ha inviato al cardinale Antonelli l’annuncio dell’avvio del cammino prematrimoniale di Sandra e Fortunato, in vista di un matrimonio da celebrarsi in primavera. Salvo complicazioni. Che sono già all’orizzonte, a cominciare dai certificati di battesimo e di cresima di Sandra, che sono al maschile.



LA REPLICA della diocesi è ancora ufficiosa, ma lascia poco spazio alla speranza: "La Chiesa non processa le intenzioni, ma se don Alessandro prosegue su questa linea il vescovo dovrà intervenire: il matrimonio così configurato è nullo in partenza. Chi lo celebra commette un reato canonico e un illecito civile".


Il matrimonio celebrato con rito religioso cristiano cattolico tra un maschio diventato femmina per via chirurgica e un altro maschio porta in sé un "sospetto d’invalidità": spiega monsignor Andrea Drigani, docente ed esperto di diritto canonico. Sono tre i canoni del codice di diritto canonico che fissano ineluttabilmente il fondamento del matrimonio: tutti hanno come punto fondante la possibilità di procreare.

_________________
Scendiamo in campo contro le Democrazie Plutocratiche e Reazionarie dell' Occidente.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.forzanuovalecce.org
FORZANOVISTA
Duce
Duce
avatar

Numero di messaggi : 528
Localizzazione : Salento
Umore : NERO
Data d'iscrizione : 04.11.07

MessaggioTitolo: Re: "Sposerò in chiesa il trans" La Curia diffida il p   Lun Dic 10, 2007 6:04 pm

Siamo, ormai, sempre più avviati verso lo sfascio... Sad

_________________
Scendiamo in campo contro le Democrazie Plutocratiche e Reazionarie dell' Occidente.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.forzanuovalecce.org
 
"Sposerò in chiesa il trans" La Curia diffida il p
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» la strada della "strada per un sogno"...se diventasse un'associazione?
» "Mamma ha preso l'aereo": riflessione notturna
» Da due giorni mi è presa la "fatite"....auguri a jessy!!
» le fatine "terremotate" ci diano notizie...
» Blog "tre cose che so", lo conoscete?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Massimo Morsello :: Politica e Società :: Attualità Cattoliche-
Vai verso: